*

Mulinando nella mano
le foglie si adunano e aprono al respiro
quel fiato mancato della fontana.
Un diamante al dito
è un occhio di carpa che guizza.
Ai margini del marmo settembre
convoca la calma
e tra piombini e ami allunga
un filo d’oro per nerine e prunelle.

2 pensieri riguardo “*

  1. intendi qui?

    “somigli all’occhio della carpa

    quando guizza appesa all’amo

    e al pescatore che brama … ”

    se sì non trovo e non ci vedo nulla di inquietante.
    Gli occhi di un qualsiasi pesce, e quindi anche quelli della carpa, guizzano e gli ami e i piombini si usano a pesca … 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...