L’arcipelago di luce sulla terra
è un occhio di bue filtrato
da pochi rami in alto, isola
culla un chicco e un giardino
di origine pietrosa in una bocca
di vento, suonano per noi
i fiati delle foglie e dei bambini,
un sottile miagolio di pianta
rupestre, penseresti di scorgere
un rotolacampo in queste nature
arse, di genesi industriale, dove
il deserto è un bosco verticale
invece scorgi un piccolo
di pesco in una latta, lo chiami
pepe come la sua isola in cui
soffia ribelle, sgrammaticato

Annunci