una moltitudine necessaria
forma la spiaggia e il mare,
il rifluire delle acque nei mondi
appena incavati dei piccoli alvei,
come tutto si ritira,
come gli incalcolabili
luccichii salutano i sassi
e l’amore si allontana
tornando alla misura
scheggiata della distanza,
il suo bianco fazzoletto,
il gesto della mano.