Le mani scivolano!
Sulla corteccia del pioppo i licheni
fanno nidi, disserrano simbiosi,
declivi minuti con occhi vivi.

Molecole di ossigeno in bocche di tallo,
papille del moto erboso mia necessaria
fluorescenza, vivace idioma d’energia,
mia tutta bella fine del mondo,

come in una poesia di Milosz, in te
smentisco folgore e lampo
scoprendo il limite cui tende
la luce nelle ore

Annunci