i libri che formano montagne in bilico,
le vette aguzze delle matite,
una lettera 32 sul precipizio
dello scrittoio di legno.
Resto in attesa che si compia
il paesaggio di un film francese
in cui piovono sguardi malinconici
e un velo di tristezza lungo
tutta la pellicola, lei tiene tra le mani
una poesia che tace
versandosi da bere sopra ogni proposito
di esistere, lui le gira intorno
fumando troppe sigarette

Annunci