bisognerebbe inginocchiarsi davanti
al fiume che balena opalescenze
e pregare un sole misantropo perché
sciolga nella pioggia le sue acerrime convinzioni,
la salamandra oscilla una coda corta
e rugosa, ti fissa da occhi vuoti
con il volto levigato di Dio, il vento
canta portando odori di muschio e granito.