Ora che si fa ambrato il muro
e l’aria si affina nella fabbrica,
il tornio tace, un frullo precorre
passi in bilico sulla cimasa
e giorni di festa ordinati
come ciclamini sui davanzali,
in questo pomeriggio
la conta remota di un bambino
torna da lontano,
lasciandosi cadere,
accucciandosi nel vuoto
come un piccolo animale.

Annunci