osserva lo stato delle cose,
le disparità con cui la forza rompe
la quiete trasformando
la resistenza in moto, risospinge
l’uomo nell’onda d’urto,
è appena percettibile il tonfo
di un corpo quanto
udibile l’azione
robusta dei pettorali di un piccione;
lo stato di grazia è un balzo,
raggiunge altezze ragguardevoli
e precipizi di contraddizione:
un corpo cade, uno vola.