Si rende strettamente
necessario estirpare
dai luoghi masserizie
come margherite,
liberare ondate di odori
e spoglie,
numerare
i capelli caduti
nel lavandino,
le pose oscene
della bocca sul comodino,
intimare una resa fatale
all’inguine, agli addominali;
sgombrare, definitivamente,
il campo dalle protesi amorose,
-peccaminose-
porre in stato di fermo tutti
i discorsi vogliosi,
i saccenti,
le persone deprimenti,
le regole e le squadre;
la disciplina,
modulare un urlo
che apra la cortina
delle nebbie
definendo la figura dell’airone
cenerino, unico uccello
permesso nel mio acquitrino.

Annunci