1

Nadir, zenit, orizzonte,
coordinate diverse
per la stessa ferita del mondo,
le vestigia dei giorni implorano l’energia del sogno.
Carovane itineranti di equilibristi,
funamboli, giocolieri, giganti
e nani, fiere vinte
dalla musica circense,
esseri fantastici nella diversità, nati per credere
nella libertà del mestiere,
nel divertimento, malgrado i colori assistono impietriti
allo spettacolo delle infelicità del ‘normale’ sugli spalti.

Annunci