Paesaggi d’agosto

Il frinire dei grilli e i bagliori di una candela sul muro

inventano una voce e paesaggi calmi

per questa sera d’agosto

che bisognerebbe abitare, magari

postulando anche solo

un dubbio, addestrandolo

ad aggredire come una muffa

la parete solida della ferocia umana,

oppure,

dimenticando l’immagine brutale dell’assenza

di vigore nei muscoli che dal femore

si protende fino alla rotula,

sostituendo al presente

di un mucchietto composto d’ossa

la generosità del ricordo di una curva

morbida delle tue gambe.

1

2 pensieri riguardo “Paesaggi d’agosto

  1. Ti scrissi tempo fa ( troppo?) un commento favorevole alla tua poetica affermando che è situazione non comune leggere a questo livello in rete. Lo penso ancora per questi versi sensuali e crudeli. Ma oggi sono qui per invitarti anche a leggere me, se vuoi, a questo indirizzo.Ho deciso di finire del tutto la mia presenza in rete, diversificando i blog e i testi e rifugiandomi in un silenzio quasi totale per commenti e risposte, spero che ciò non sia per te un ostacolo insormontabile..I blog sono più d’uno, te li comunicherò tutti. Grazie per l’attenzione.

    1. Ciao Enzo, ti ringrazio. Mi sono iscritta al blog che mi hai segnalato e ti seguirò, stasera con calma guardo, purtroppo, per me è un periodo tremendo. Ho poco tempo per la rete. Scrivo e leggo poco. Stasera però ti leggero con l’attenzione che meriti. Un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...