Le ombre dei rametti
della barba di Giove
nel mio mondo
si muovono come creste

e flutti sulle pagine,
facendo il moto
che tace nella dolcezza dolorosa
dell’ultimo capitolo di piccolo mondo antico,

lì sembra che le acque e i lumi
facciano il silenzio delle cose
che qui dicono nel tramestio
dei ragnetti rossi intorno alla rosa,

un giorno di riposo riconcilia
con la bellezza della vita
che troppo spesso vuole
misurarmi la fede con l’orrore.

Annunci