Giriamo attorno ai giorni
con lo stesso movimento
meccanico delle ruote dentate,
ci amiamo occhieggiandoci da lontano,

per come siamo,
malinconici e usurati nei nostri ruoli,
tu ammaccato dalle troppe corse in autostrada
ed io intrappolata nel brulichio di pensieri.

Lasciamo che le fitte maglie dell’economia esercitino
fino in fondo la pressione, subendola senza respiro,
imploriamo al tempo di fermarci e ripararci i danni,
restituendoci alle quattro ore che avanziamo.

Annunci