Sorprendere le prime luci
sui nostri indici rivolti al poggio
e trattenere negli occhi
le nebbie che lo cingono
è materia da sogno, se ci pensi poi,
spiare l’incedere lento del silenzio
tra i cardi e i decumani
è un privilegio inaudito.

Annunci