Occupandomi improvvisamente
le vene esangui instradi un tramonto,
inventi un’aria vivace e irresponsabile
lì dove le nuvole respirano in affanno.

La tua voce fa la sera,
scende piano sulle mie forme,
accompagna le piccole rughe della bocca
in un sorriso felice.

Annunci