L'estetica del dolore

Spiegarne la nascita è impossibile, c’è tutto il mio amore per la poesia e per i poeti, solo questo.
Ci sono strofe da due e da tre, mescolate, ho giocato con molto piacere a questa piccola ricomposizione, sentita nel profondo.

Lascia che altri si facciano colomba
o digrignino i denti come tigri.(Charles Simic, Adelphi)
Nel sotto e nel soprammondo s’allacciano
complicità di visceri, saettando occhiate
d’accordi.(Giovanni Giudici, La vita in versi, Mondadori, 1965)
Si scinde in un colpo in rovina e salvezza,
in ammenda e premio, in ciò che è stato e ciò che sarà.(Wislawa Szymborska, Ogni caso, 1972)
Non si può dare la caccia a ciò che non esiste
alla noia al rispetto ai fiori
secchi conservati sotto campane di vetro.(Greta Rosso)
I ricordi che dormono nelle cassapanche di mogano,
pettinano i loro capelli di alghe sottomarine con un pettinino di fumo,(Winétt de Rokha, Oniromancia, 1943)
per giungere all’allegria…

View original post 822 altre parole

Annunci