Sopraggiungono scampoli di splendida infelicità,
di perfetta empatia con le miserie che amiamo.
Lo sguardo malinconico sulla folla vanamente festosa,
la bocca ricamata di silenzio,
la tenerezza di una giacca fuori moda,
le rovine dei giorni
che si ostinano a lasciarsi passare
in uno stupore muto.
La voce della pioggia si nasconde dietro le imposte gonfie,
stanca di rintoccare la nausea e
di addormentare la parola cuore,
senza più emozione.

Annunci